Panasonic lancia nuova pompa di calore Aquarea J Generation: la tecnologia che pensa all’ambiente

Tante le novità che arrivano da ISH, la fiera dedicata ai sistemi di riscaldamento e gestione dell’energia, che si è svolta a Francoforte dall’ 11 al 15 marzo. Tra di queste Panasonic ha presentato la sua più efficiente linea di pompe di calore: la Aquarea J Generation.
Puntando sull’efficienza energetica, sul design e sul comfort, questa serie presenta nuove funzionalità, che offrono vantaggi sia agli utenti del settore residenziale, sia a quelli del settore commerciale.

Per un approccio più rispettoso dell’ambiente, questi nuovi sistemi utilizzano il refrigerante R32, facile da riciclare, non distruttivo dello strato di ozono atmosferico e con un impatto sul riscaldamento globale, minore del 75% rispetto a quello di un’uguale quantità di R410A.

“Con la progettazione dei nuovi modelli Aquarea J Generation, si è perseguito l’obiettivo di migliorare la gamma, in funzione, sia degli installatori, sia degli utenti finali.- dichiara Panasonic in una nota – L’estensione della lunghezza delle tubazioni offre una grande flessibilità, permettendo alla soluzione Panasonic di adattarsi a edifici di diverse dimensioni. Le pompe di calore, con capacità 3kW e 5kW, permettono ora una lunghezza totale delle tubazioni fino a 25m, incrementando anche la distanza massima in altezza tra unità interna ed esterna, distanza che può raggiungere 20m. Nel caso delle unità da 7kW e 9kW, invece, la lunghezza massima totale delle tubazioni è pari a 50m, e la massima differenza in altezza, fra unità esterna e interna, a 30m”.

Un’ulteriore caratteristica vincente della linea Aquarea J Generation è rappresentata dalla possibilità di raggiungere una temperatura dell’acqua in uscita pari a 60°C, mentre, in termini di raffrescamento, la gamma può fornire acqua con temperatura fino a 10˚C.

Per massimizzare la durata del sistema, i modelli della linea Aquarea J Generation includono anche un sistema di filtrazione magnetica, che rimuove dall’acqua le particelle più aggressive.

Le nuove pompe di calore Panasonic sono anche un concentrato di tecnologia. Per un supporto intelligente alla manutenzione infatti, all’ormai conosciuto sistema di controllo Aquarea Smart Cloud, si affianca il sistema Aquarea Service Cloud, che permette al tecnico di esaminare, da remoto, il funzionamento della pompa di calore, individuando eventuali anomalie.
Questa funzione consente agli addetti alla manutenzione, sia di risparmiare tempo e visite, sia di agire tempestivamente sul guasto.

 

Aquarea J Generation in breve

Matteo Nardi

Giornalista ciclista. Scrivo di ambiente e tecnologia