Piccoli comuni, grandi opportunità: gita a Trevi nel Lazio

In occasione dei 10 anni della campagna di Legambiente “Vuole Bene all’Italia”, insieme ai volontari del cigno verde siamo andati a far un giro a Trevi nel Lazio, un piccolo comune che ha davvero tanto da offrire.

Si discute molto della possibilità di eliminare i piccoli comuni come entità amministrativa territoriale approdando così ad un  immediato risparmio economico. Questa visione però è miope e non prende in considerazione i danni, anche economici, che un’opera di questo tipo arrecherebbe nel tempo alle regioni e alla nazione tutta.

Eliminare per un piccolo centro lo statuto di Comune significa infatti eliminarne il municipio, quindi l’identità stessa di un luogo e di seguito anche tutta una serie di infrastrutture come le scuole o l’ ufficio postale. Se venissero a mancare anche queste infrastrutture minime , si toglierebbero le condizioni base perché le cittadine, o i paesi, restino luoghi accoglienti in cui giovani possano continuare ad abitare.

Qualora questi centri diventassero quindi “inabitabili” verrebbero abbandonati nel giro di una generazione dalla maggior parte della popolazione e lo spopolamento è forse uno dei rischi maggiori che corrono gran parte dei territori della nostra penisola. Spopolamento significa morte del turismo e sovrappopolamento delle metropoli. Spopolamento significa perdita delle tradizioni, abbandono degli ambienti naturali e perdita di identità per tutto il nostro paese.

Sono ormai 10 anni che Legambiente si batte con la sua campagna Voler Bene all’Italia perché questi piccoli comuni vengano valorizzati e li siano dati gli strumenti e le risorse per restare vivi, attivi e popolati. Domenica 1 giugno, in occasione della festa dei piccoli comuni, l’associazione ha organizzato una visita a Trevi nel Lazio dove siamo andati anche noi di The Ecoowl.  Durante la giornata abbiamo avuto occasione di ammirare lo splendido ambiente naturale del Comune visitando le cascate di Trevi, ma anche le sue bellezze storiche con una passeggiata alla rocca ed un concerto d’organo nella chiesa principale

Infine,  proprio nel corso della visita, è stata presentata la proposta di legge del consigliere regionale Cristiana Avenali  che punta a stanziare 10 milioni a favore di questi piccoli centri per migliorarne infrastrutture e trasporti.

Festeggiamo la Piccola Grande Italia per sostenerne il rilancio concreto nel Lazio anche attraverso la legge regionale sui piccoli comuni che chiediamo sia approvata al più presto “, ha detto  Roberto Scacchi direttore di Legambiente Lazio. “Bisogna creare metodi di sviluppo sostenibile che siano volano vero di rinascita dei tanti comuni sotto i 5000 abitanti, veri custodi della bellezza del territorio. C’è bisogno di scommettere sulla qualità straordinaria nascosta in questi borghi dando sostanza ai progetti di rilancio territoriale, anche indirizzando i fondi europei a sostegno di tanti splendidi paesi”.

 

Matteo Nardi

Giornalista ciclista. Scrivo di ambiente e tecnologia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.