RFI: a Roma piste ciclabili parallele alle linee ferroviarie

Per una mobilità virtuosa e ecosostenibile, RFI lancia il progetto per realizzare percorsi ciclopedonali protetti paralleli alle linee ferroviarie. A Roma e Milano sono già stati individuati i percorsi e le stazioni in cui realizzare parcheggi per biciclette

Percorsi ciclopedonali protetti che corrono, separati in sicurezza, paralleli alle linee ferroviarie. Aree di stazione dedicate al transito e alla sosta delle biciclette. Sono i progetti che Rete Ferroviaria Italiana sta avviando nei principali nodi urbani per l’integrazione treno+bici, grazie a nuove interconnessioni fra i sistemi di trasporto sostenibili con benefici per la mobilità urbana, l’ambiente e la qualità della vita.

Nell’area urbana di Roma sono stati individuati percorsi, adiacenti alle linee ferroviarie e nelle aree in prossimità delle stazioni, da poter riconvertire in strade per ciclisti. Nella Capitale le nuove piste ciclabili collegheranno Roma Tiburtina a San Lorenzo, Torricola all’Appia Antica, Parco Monte Ciocci a Roma San Pietro (FL3) e Serenissima a La Rustica (FL2).

A Roma RFI ha, inoltre, realizzato diversi parcheggi con rastrelliere per biciclette nelle stazioni: Roma Nomentana, Nuovo Salario, Prenestina, La Rustica Città, La Rustica Uir, Bagni di Tivoli e Tivoli.

Anche nell’area urbana di Milano Rete Ferroviaria Italiana ha individuato possibili percorsi da riqualificare in piste ciclabili: Milano Rogoredo-Poasco; Milano Rogoredo- bivio Porta Romana; bivio Porta Romana-cavalcavia Buccari; Milano San Cristoforo- Porta Genova; cavalcavia Via Breda-Via Marche; Milano Greco Pirelli-cavalcavia Sesto San Giovanni. Parcheggi per biciclette, si legge nella nota di RFI, sono stati recentemente realizzati nelle stazioni di Lugo (Emilia Romagna) e Molfetta (Puglia).

Matteo Nardi

Giornalista ciclista. Scrivo di ambiente e tecnologia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.