Rimossa la piccola ciclabile di Santa Bibiana simbolo di una città insostenibile

Nello scorso weekend alcuni anonimi ciclisti hanno disegnato per la strada una piccola pista ciclabile per collegare, finalmente, via Tiburtina con via Giolitti. Un percorso da anni richiesto dalle associazioni di ciclisti e dai cittadini del quartiere e consentirebbe, con una spesa davvero minima, di mettere in connessione due zone incredibilmente popolate e frequentate.

Eppure, proprio quando Roma fa registrare un ulteriore dramma della strada con l’ennesimo morto sulla Colombo, il comune con una solerzia formidabile, ripulisce l’asfalto e cancella la
Pista. IMG_8631.JPG

È ovvio, quella pista era una provocazione, non sarebbe rimasta a lungo, eppure mi ha davvero stupito la velocità dei lavori di rimozione.

IMG_8615.JPG
È chiaro, se qualcuno si fosse fatto male invocando poi la presenza di una ciclabile, sarebbe stato davvero un putiferio giudiziario da risolvere. È però altrettanto chiaro che i lavori, quando serve, quando spaventa o quando fa comodo, si fanno anche in due giorni.

Questa città deve evolversi e con lei anche l’amministrazione. Per la mobilità sostenibile, semplicemente, non è stato fatto ancora NULLA.

Matteo Nardi

Giornalista ciclista. Scrivo di ambiente e tecnologia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.