Arriva Swappyverse, l’app per scambiare oggetti e promuovere il riuso

Stimolare gli utenti al riuso degli oggetti riducendone l’impatto ambientale per un’economia circolare e più sostenibile, senza dimenticare la semplicità: con questi obiettivi nasce l’app SwappyVerse.

Disponibile su Google Play ed Apple Store, l’app permette agli utenti di scambiare, barattare gli oggetti in modo gratuito e semplice senza usare il denaro.

È stata creata per dare una nuova vita agli oggetti che non usiamo più, che possono essere scambiati con altri di cui invece abbiamo bisogno, evitando così di inquinare il pianeta mandando gli oggetti in discarica, come purtroppo spesso accade.
Così, un cellulare può essere scambiato con una macchina fotografica, un computer con un tablet o un televisore, un vestito all’ultima moda con un oggetto di arredamento. Gratuitamente.

Un’idea tutta italiana, nata dall’idea di Thomas Baggio (CEO e ideatore dell’app), Pietro Ferro (co-fondatore, Marketing e business development) e Gianluca Innocente (co-fondatore, CTO).

“Abbiamo analizzato il mercato del second-hand – cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi 10 anni – e abbiamo ricevuto, grazie ai sondaggi condotti, delle risposte entusiasmanti sulla necessità delle persone di poter ottenere degli oggetti in sostituzione di altri senza dover ricorrere al denaro. Le priorità segnalateci per il progetto sono state: utilità, attenzione verso l’ambiente e una scelta sostenibile, risparmio, desiderio di poter avere ciò che altrimenti non si sarebbe potuto acquistare”.

Per quanto riguarda l’impatto ambientale “la sola moda a livello planetario incide per il 70% sulle emissioni di Co2 e che oggi si tende a cambiare un cellulare con una frequenza media che è di soli 2 anni. Ecco perché la nostra app ha un valore importante e necessario per il futuro del pianeta, oltre a tracciare una nuova e possibile strada per le aziende affinché esse siano spinte a produrre prodotti in maniera più sostenibile e con una maggiore durata senza perdere di vista la qualità”.

Come funziona Swappyverse

Per poter pubblicare un proprio annuncio e scambiare oggetti  è necessario registrarsi – gratuitamente – all’app. A quel punto sarà possibile aggiungere il proprio oggetto da scambiare, assegnandogli i gCoins (green coins) corrispondenti, una sorta di moneta virtuale interna all’app. Si guadagnano gCoins anche scambiando gli oggetti e possono poi essere utilizzati per promuovere l’oggetto da scambiare, renderlo più visibile all’interno dell’app o cercare altri prodotti di egual valore. Navigando nell’app si possono infine trovare gli annunci nelle proprie vicinanze, per concludere il prima possibile lo scambio. 

L’app è ancora agli inizi e probabilmente non troverete ancora tantissima scelta di prodotti da barattare, ma l’idea è molto interessante e può essere utile per dare una nuova vita agli oggetti che non utilizzate più.