Un libro in cambio di una bottiglia di plastica: il crowdfunding per salvare cultura e ambiente

Una bottiglia di plastica in cambio di un libro. È la bellissima iniziativa di Michele Gentili, libraio di Polla, un piccolo centro in provincia di Salerno, che intende puntare i riflettori sul problema dell’inquinamento ambientale.

Per promuovere una maggiore consapevolezza sull’argomento, soprattutto tra i più giovani, Michele ha lanciato il progetto Non rifiutiamoci un libro sospeso” : i bambini che consegnano nella libreria di Michele una bottiglia di plastica o una lattina da buttare, ricevono in cambio un buon libro da leggere.

In questo modo  i più giovani venogno stimolati non soltanto a fare una buona raccolta differenziata, ma anche alla lettura: il 10% delle famiglie italiane, infatti, non possiede nemmeno un libro a casa e il 28% ne possiede meno di 25.

Un problema grave, che Michele Gentili, nel suo piccolo, ha deciso di affrontare in modo creativo e originale. “Non rifiutiamoci” è sbarcato ora con una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso, con l’obiettivo di rendere l’iniziativa modello da replicare nelle scuole italiane, con il duplice scopo di promuovere il rispetto per l’ambiente e riscoprire l’amore per la lettura.

Le bottiglie e le lattine raccolte, inoltre, non saranno buttate via ma riciclate per realizzare librerie, scaffali e contenitori per fioriere. Le donazioni serviranno per acquistare nuovi libri da scambiare con i rifiuti da distribuire nelle scuole primarie e medie inferiori di tutta la Penisola, nonché per la progettazione e la realizzazione degli scaffali e delle fioriere.