Venezia 75, premiato “At Eternity’s Gate” come film più green

Anche quest’anno il cinema racconta la natura: alla 75° Mostra del Cinema di Venezia la Ong Green Cross Italia ha assegnato il premio Green Drop Award 2018 alla pellicola in concorso che meglio interpreta i temi ambientali ed ecologici. A vincere è stato il film “AT ETERNITY’S GATE” del regista Julian Schnabel che, con protagonista Willem Dafoe, porta sul grande schermo gli ultimi tormentati anni del pittore olandese Vincent Van Gogh.

A convincere la giuria del Green Drop Award, presieduta dall’attore Paolo Conticini affiancato da Nevina Satta, direttrice della Fondazione Sardegna Film Commission, e dal giornalista Marco Fratoddi, il rapporto tra natura e pittore che va a delinearsi in maniera sempre più forte nel corso del film.

«La natura è il bene primario grazie al quale possiamo sopravvivere, amare e creare nuova bellezza. Noi stessi siamo parte integrale della natura», spiega la giuria del Green Drop Award. «Il cinema, le arti visive e più in generale l’arte sono la continuazione di questa bellezza che l’essere umano ha saputo perpetuare.  Gli artisti, come lo sono gli attori e le attrici, le registe e i registi e le maestranze tutte del cinema, con la loro opera rendono costantemente questo fragile Pianeta un luogo migliore, e ci ricordano perché vale la pena conservarlo per le future generazioni. Quest’anno la giuria di Green Cross Italia ha deciso di assegnare il GREEN DROP AWARD 2018 a un film che sintetizza tutto questo con straordinaria efficacia, grazie all’opera del suo regista e del suo protagonista».

«In questo momento la natura è a rischio e l’umanità è in pericolo. È necessario e di vitale importanza salvaguardarla. È questa la questione più essenziale che tutti stiamo affrontando nel mondo – dichiara il pluripremiato cineasta statunitense Julian Schnabel -. Siamo profondamente onorati che la nostra opera sia considerata un contributo per fare luce su questo tema e per accendere la consapevolezza delle persone. Vi ringrazio a nome dei miei figli e di tutti i nostri figli per il vostro lavoro. Come dice Vincent Van Gogh nel nostro film “Dio è natura e la natura è bellezza”».

Il Green Drop Award 2018, una goccia di vetro contenente la terra del vulcano islandese Laki, raccolta in collaborazione con La Settimana del Pianeta Terra e certificata dall’Università di Urbino, è stato consegnato dal presidente della giuria Conticini nel corso della premiazione ufficiale che si è tenuta oggi, 7 settembre, alle ore 15, negli spazi della Fondazione Ente dello Spettacolo, Sala Tropicana 1 dell’Hotel Excelsior, Lido di Venezia. A ritirare il premio, Alessandra Tieri della Lucky Red, che distribuirà il film nelle sale italiane.

«Siamo felici di ricevere un premio per questo film che racconta la solitudine di questo grande pittore incompreso quando era in vita – dichiara l’attore e produttore Andrea Occhipinti, direttore di Lucky Red -. Ci fa vivere in maniera sensoriale il suo rapporto con la natura e con la creazione di un’opera, con un’interpretazione davvero straordinaria di Willem Dafoe che è Van Gogh».

«La storia che il Green Drop Award con la sua goccia di vetro di Murano colma delle ceneri del vulcano islandese Laki – spiega la giuria -vuole segnalare all’attenzione del pubblico internazionale è quella dell’uomo e dell’artista che, per dirla con le parole dello storico dell’arte Ernest Gombrich, “fu il primo a scoprire la bellezza delle stoppie, delle siepi e dei campi di grano, dei rami nodosi degli ulivi e delle sagome scure e guizzanti dei cipressi”, e con essa gli artisti che lo hanno celebrato attraverso questo film».

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.